Fuori squadra a 6 anni: non è bravo

Fuori squadra a 6 anni: non è bravo

A 6 anni lo escludono dalla squadra perché non abbastanza bravo. La mamma non ci sta e protesta con tanto di striscioni fuori dal campo sportivo frequentato dal figlio a Torre del Greco. A raccontare la sua storia è il quotidiano Metropolis, già ripreso dal Corrierino: il bambino è iscritto, i genitori pagano regolarmente la quota, si allena sempre ma non viene mai convocato, “perché non all’altezza”.

“Ho voluto richiamare l’attenzione dei dirigenti e degli altri genitori – dice la donna – anche perché sono stanca dei silenzi attorno a questa vicenda, che ritengo ingiustificabile se rapportata all’età dei ragazzini”. Insomma, un’esclusione che nulla ha a che fare con il concetto di sport legato ai bambini: ”Mio figlio non ha problemi motori, per fortuna. Ma cosa sarebbe stato se invece avesse presentato degli handicap?”

Senza voler fare paragoni azzardati la mente corre subito al business delle scuole di calcio, un giro tutto alimentato dai sogni dei bambini e dei loro genitori, sui cui ogni tanto si accende un piccolo riflettore. Poco più di 7mila scuole in tutta Italia, con rette annuali che variano tra i 300 e i 900 euro. Si parte dai primi calci, ossia bambini di 6 anni compiuti, fino ai dilettanti di 16 anni. Tutti risucchiati in un gigantesco imbuto: solo 1 su 5mila arriva a giocare in serie A.

Nel mezzo un mare di kit, allenamenti, campus, piccole trasferte e squali. Si aggirano nei tornei e a fine partita si avvicinano ai genitori per convincerli a cambiare squadra, dietro lusinghe promesse. “Quella è gente senza scrupoli, per loro vostro figlio vale 50 euro, 100 al massimo” ha raccontato in un’intervista di qualche anno fa un dirigente di lungo corso del calcio giovanile meneghino.

Senza andare lontanissimo visto che uno di loro si è presentato anche al campo in cui giocavano le Tuberose. E senza troppi complimenti è stato ignorato perché il calcio che ci piace far giocare ai bambini è davvero tutt’altra cosa.

A Selvino un torneo indimenticabile